LIBELLULA

luogo: Muzzano
superficie edificata: 1082 mq
data: 2016 – consegna 2020

riconoscimenti
architetto: Mino Caggiula
capo progettazione: Pier Luca Carubia
capo esecutivo: Andrea Maldarizzi
team: Diego Compagno, Joseph Copes, Alberto Cuneo

Residenza Libellula si trova a Muzzano, un territorio collinare distinto da un pittoresco paesaggio naturale con la presenza della Baia di Agno, quella di Lugano e il Lago di Muzzano. Il Lago di Muzzano è un raro esempio di laghetto glaciale nella fascia collinare, contraddistinto dalla presenza caratteristica delle libellule.
L’inserimento nel terreno infatti rappresenta metaforicamente l’adagiarsi di una libellula sulle curve naturali del paesaggio e cerca attraverso le irregolarità di offrire una visuale ancora aperta ai terreni confinanti in modo da non risultare invasivo.
L’edificio si sviluppa intorno al corpo della circolazione che è posizionato in modo centrale rispetto al complesso e crea nel contempo un taglio di vista e luce. Come una libellula dal corpo trasparente che si adagia sul terreno, dove il volume di circolazione rappresenta il corpo, mentre le abitazioni che si dispiegano in modo leggermente irregolare richiamano il battito d’ali dell’insetto.
Questo principio si applica in tre dimensioni, quindi sia orizzontalmente in pianta che verticalmente in prospetto.
La struttura della residenza, inserita nel terreno con una leggera inclinazione, enfatizza la visuale del complesso verso la Baia di Lugano, il Lago di Muzzano e la Baia di Agno. Dall’esterno verso l’interno, gli appartamenti sono progettati per garantire in qualsiasi punto un’apertura al panorama circostante. La sintonia tra l’architettura e il paesaggio è inoltre sottolineata dalla ricerca di trasparenze, dall’utilizzo di materiali naturali per il rivestimento della facciata, e il fluire di aree verdi sulle superfici esterne.