LIVING FACTORY

luogo: Agno
superficie edificata: 780 mq
data: 2021 – ONGOING

riconoscimenti:
architetto: Mino Caggiula
project manager: Pier Luca Carubia
capo progettazione: Davide Carone

Il progetto è concepito come una vera e propria “fabbrica da abitare”, un complesso in grado di produrre spazi da vivere grazie all’unione di componenti e funzioni che si armonizzano tra loro per generare il massimo comfort.

In questo sistema, la trasparenza è l’elemento caratterizzante che permette di stabilire nuove relazioni tra le cose. Grandi vetrate si sviluppano lungo tutte le facciate e instaurano un dialogo costante tra l’edificio e ciò che lo circonda.

Tutte le abitazioni sono definite dalla massima apertura. Divisori e partizioni sono ridotti all’essenziale, secondo un impianto “open space” tipicamente industriale. L’obiettivo è un’organizzazione il piú possibile libera, che lascia la possibilità di personalizzare e evolvere gli ambienti nel tempo.

La presenza di lamelle orientabili esterne consente inoltre di modulare la quantità di luce in entrata, mantenendo da un lato alti livelli di luminosità e mitigando dall’altro l’abbagliamento e il surriscaldamento, oltre ad assicurare un opportuno livello di privacy.

Un tetto giardino connota invece la sommità della costruzione, portando la componente naturale all’interno del fabbricato urbano e dando vita a un importante fulcro di aggregazione e svago per tutti gli utenti. La vegetazione ricopre anche porzioni della facciata princiale e insieme al giardino al piano terra contribuisce a definire il livello di qualità degli spazi esterni.

Tutto è pensato per creare una sinergia tra l’edificio e i suoi abitanti: al centro ci sono le persone e la loro dimensione di comunità, condivisione e benessere.